Crea sito
 ESCAPE='HTML'

Discorso di oliver cromwell ai parlamentari

Scioglimento del Parlamento permanente 
È tempo per me di fare qualcosa che avrei dovuto fare molto tempo fa: mettere fine alla vostra permanenza in questo posto, che avete disonorato disprezzandone tutte le virtù e 
profanato con ogni vizio; siete un gruppo fazioso, nemici del buon governo, 
banda di miserabili mercenari, scambiereste il vostro Paese con Esaù per un 
piatto di lenticchie; come Giuda, tradireste il vostro Dio per pochi spiccioli. 
Avete conservato almeno una virtù? C'è almeno un vizio che non avete 
preso? Il mio cavallo crede più di voi; l'oro è il vostro Dio; 
chi fra voi non baratterebbe la propria coscienza in cambio di soldi? 

 ESCAPE='HTML'

È rimasto qualcuno a cui almeno interessa il bene del Commonwealth? 
Voi, sporche prostitute, non avete forse profanato questo sacro luogo, 
trasformato il tempio del Signore in una tana di lupi con immorali principi 
e atti malvagi? Siete diventati intollerabilmente odiosi per un'intera nazione; 
il popolo vi aveva scelto per riparare le ingiustizie, siete voi ora l'ingiustizia! 
Basta! Portate via la vostra chincaglieria luccicante e chiudete le porte a chiave.
In nome di Dio, andatevene!

 

Effetto Domino

 ESCAPE='HTML'

Se tutti gli esseri umani, durante la loro vita, lasciassero qualcosa in più, di bello...di quello che hanno trovato, quanto sono venuti al mondo...Allora potremmo dire di essere nella direzione giusta...!

 ESCAPE='HTML'

Cerchiamo di lasciare questo mondo migliore di come l'abbiamo trovato.
L'umanità deve capire che il vero modo di essere felici è quello di procurare la felicità agli altri...aiutare gli altri in ogni momento, per questo la felicità è alla portata di tutti, anche del più povero... L'egoismo è la radice della tristezza. 

 ESCAPE='HTML'

Occorre sempre guardare con il cuore, con generosità. Guardare lontano, sempre più lontano e anche quando si crede di stare a guardare lontano, occorre guardare ancor più lontano...! 
Andare avanti col sorriso sulle labbra. Ricordando che con un sorriso si fa il doppio della strada rispetto a un brontolio...! Come un colpetto sulla spalla è uno stimolo più efficace di una puntura di spillo. 

 ESCAPE='HTML'

E' anche vero che una vita tutta dolcezza sarebbe monotona; il sale è amaro, se preso da solo, ma quando è gustato nella pietanza, dà sapore al cibo. Le difficoltà quindi sono il sale della vita,  che diviene tanto più piena quanto più viene rivolta verso gli altri; 

 

 ESCAPE='HTML'

Il segreto di ogni sana educazione da dare alle future generazioni è di far sì che imparino  da sé, siano stimolati a scoprire con il proprio pensiero. Istruirli, educarli solamente convogliandogli dentro di loro una serie di nozioni in base ad un sistema stereotipato non è sano e neanche giusto...non è libertà e possiamo vedere che non ha dato buoni risultati.
Imparare, istruirsi, conoscere deve essere dev'essere una libertà personale, un atteggiamento della vita che trova modi per esprimersi concretamente in ogni momento e con nuovi metodi; magari autogestiti.

Esseri viventi

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Una donna, un uomo che salva qualsiasi essere vivente, un essere senziente in difficoltà, 
è senza dubbio un essere vivente...! 
Puoi farlo anche tu scegliendo 
quello che compri e
 che mangi...!

 ESCAPE='HTML'

Un gancio per tenerli fermi e un tubo in gola per ingrassarli ancora 
un po' prima di mandarli al mattatoio. 

Ricordiamoci sempre

 ESCAPE='HTML'

Siamo sempre pronti ad additare gli altri per tutto ciò di negativo che accade intorno a noi o nel mondo, ma credo che prima di farlo dovremmo riflettere con attenzione sui nostri stili di vita, e allora capiremmo che ciascuno di noi è responsabile di quello che accade. 

 ESCAPE='HTML'

Ogni volta che facciamo  la spesa,
ogni volta che schiacciamo il telecomando,
ogni volta che andiamo in banca…non facciamo Altro che acconsentire a questa civiltà…
sono voti che date al sistema.
(Alex Zanotelli, missionario)

E' l'animo che devi cambiare, non il cielo sotto cui vivi.
(Seneca)

Finché ci saranno macelli, ci saranno campi di battaglia.
(Tolstoi)

Giorno verrà in cui gli uomini conosceranno l'intimo animo delle bestie e, quel giorno, un delitto contro un animale sarà considerato un delitto contro l'Umanità.
(Leonardo da Vinci))

E la chiamano civiltà

Sono 700 i bambini vittime del mare nell’anno 2015. E 200 circa, in tutto, tra cui moltissimi bambini, solo nel mese di Gennaio del 2016. Come al solito la colpa è della natura...infatti li chiamano vittime del mare...! E' il momento di attribuire la responsabilità di queste perdite di vite umane a chi le ha in mano e continua a trattare e discutere. Non avere l’invasione di migranti.

 ESCAPE='HTML'

Sono le politiche europee, che, finora, più che mettere a rischio il trattato di Shengen non hanno saputo, o voluto, fare nulla.  
La politica poi è solo squallida discussione per barattare..."tu dai una poltrona a me, io do un voto a te"
Questa non è civiltà. Questo non è il mondo che vogliamo.
Questa è vera barbarie io mi vergogno di far parte di questa che continuano a chiamare civiltà.

 ESCAPE='HTML'


La civiltà non ha cancellato le barbarie, l’ha perfezionata e rese più crudeli e barbare.
(Voltaire)

Paris 13 Novembre 2015

 ESCAPE='HTML'

Ci saranno sempre dei sassi sul cammino di ogni essere umano, di ogni nazione,  
dell'intera società. Dipenderà da ognuno di noi, da quelli che 
abbiamo scelto di governarci...se fare dei muri o dei ponti.

 ESCAPE='HTML'

Nessuna bandiera...!  Le bandiere, i colori, i simboli di una appartenenza provocano guerre, disastri...e morte d'innocenti; che trascinano subdolamente il popolo in sciagure. 
Non facciamoci condizionare...Sentiamoci cittadini del mondo, di questa meravigliosa nostra amata Terra..l'unica bandiera che non si vede ..ma si dovrebbe sentire è quella che ha tutti i colori del Mondo..!

 ESCAPE='HTML'

La realtà ci dice che ci troviamo di fronte all'ennesima tragedia, perché divisi da barriere, palizzati erette per creare solo odio e lotte in cui pagano il prezzo vittime innocenti. 
Questa nostra "civiltà" sta vivendo un altro oscurantismo, una società avanzata tecnologicamente ma non fa nessun passo avanti per evolversi sulla civiltà dell'amore, sui valori. Riflettiamo nel silenzio dell'anima, chi più chi meno...siamo tutti responsabili di quanto sta succedendo. Costruiamo un futuro, non più utopico, dove non deve essere più un vessillo identitario che ci divide e marca la nostra appartenenza. Identifichiamoci con una sola bandiera, ricordandoci  che abitiamo tutti lo stesso pianeta...! Lo condividiamo a prescindere dai confini nazionali e che dovremmo prenderci cura l'uno dell'altro, e del pianeta sul quale viviamo.

 ESCAPE='HTML'

Saper vedere lontano

Siamo cosi abituati ad andare sempre nei negozi e comprare ciò che ci serve e a rivolgerci ad altri affinché riparino ciò che si è guastato. Il sistema capitalista-consumista si basa sulla creazione di cittadini che sappiano molto ma di pochissimi argomenti. Quanti di noi saprebbero invece essere autosufficienti? Quanti sanno coltivare un orto? Abbiamo lasciato la nostra alimentazione nelle mani di imprese che non pensano a nutrirci in maniera sana ma a farci consumare fino al nostro limite e a generare il loro massimo guadagno. 

 ESCAPE='HTML'

Ci sono quelli che non smettono di porre domande, chi non sa ancora cosa fare...chi sentendosi passeggiero di un treno che non è suo, perché va all’incontrario rispetto alle proprie idee e natura d’animo…riesce a vedere lontano essere molto concreto con un forte bisogno di fare percorsi non consueti, apprendimenti diversi, di scrivere fuori dai margini…e la forte volontà di conoscere le scintille di un mondo nuovo con la consapevolezza di affrontare le nuove situazioni…studiando per conoscere e acquisire competenze e abilità  nei cambiamenti.

 ESCAPE='HTML'

Pensiamo ogni giorno che stiamo vivendo momenti diversi che sono anticipazione di qualcosa che avverrà.

 ESCAPE='HTML'

Nel mezzo del cammin di nostra vita...ci ritrovammo per una selva oscura, ché la diritta via era smarrita...
Oggi cosi potremmo dire tutti noi con i tempi che tirano...
Siamo a un certo punto della nostra esistenza, tutti noi che vogliamo una visione della qualità di vita che meritiamo.
Lo so che, per molti di noi, questi sogni sono finiti sepolti sotto un mucchio di frustrazioni e di abitudini quotidiane, al punto che non facciamo più nessuno sforzo per tentare di realizzarli.

Dobbiamo credere nei sogni..tutti noi siamo convinti, nel profondo del nostro cuore, di avere qualche dote speciale. Qualcosa di grande da poter influire in un modo particolare sul mondo, di poter toccare gli altri in un modo speciale, di poter cambiare il mondo in meglio....allora...amici...!
Svegliamoci, diventiamo più consapevoli.

 ESCAPE='HTML'

La maggior parte delle persone dorme, senza accorgesene. Vivono addormentati, si sposano addormentati ,nel sonno crescono figli...infine muoiono addormentati senza mai svegliarsi. Non comprendono mai l'incanto e la bellezza di ciò che chiamiamo esistenza umana.

La vita è un mistero, il che significa che la mente razionale non è in grado di comprenderla. Per questo dobbiamo svegliarci per renderci conto che la realtà non è quella che stiamo vivendo.

Quello che dobbiamo fare per svegliarci è aprire la mente, VEDERE le possibilità intorno a noi, smettere di lamentarci, di incolpare lo stato, la crisi. Dobbiamo cambiare punto di vista. Svegliarci da questo incubo dove noi ci sentiamo impotenti e siamo convinti che non possiamo fare niente.


Il mondo che ci circonda è stato fatto da uomini. Uomini come noi.. l'unica cosa che li rende diversi era una mente aperta e una tenacia di fare e una fiducia incrollabile.

 ESCAPE='HTML'

Ho voluto iniziare, una serie di articoli...con queste parole che ci fa rivedere tutta la nostra vita...il nostro modo di viverla. Vorrei riuscire a farla vedere nel momento stesso in cui leggiamo la frase ci passano di fronte agli occhi tutti quei sogni avevamo da piccoli..quando eravamo convinti di poter fare la differenza, quando eravamo felici e vivi.
Poi...cosa è successo...una serie di cose che piano, piano abbiamo perso le speranze, ci siamo seduti delusi perdendo la tenacia di lottare e...cosi ci siamo addormentati e ora, siamo paralizzati in questa realtà.

Tutto questo influisce sul tutto il mondo che ci circonda e molto di più influisce su ognuno di noi, sulla la nostra vita, casa, famiglia, lavoro ne su tutte le persone che ci circondano...ahimè.-..coinvolgendo anche i giovani...!

 ESCAPE='HTML'

In questi articoli non vi dirò di fare tante cose: rendere visibile la ricchezza spegnendo i riflettori sulla povertà, avere uno Stato che concede il territorio ai movimenti autonomi che sorgono per combattere la disoccupazione, la povertà, la fame, dare la possibilità di auto organizzarsi dal basso, di creare gruppi di acquisto, di ritornare alla terra per coltivare, di recuperare le campagne abbandonate, di fare comunità, la raccolta differenziata o di istallare pannelli solari...Tutte ottime azioni che contribuiscono a migliorare il mondo intorno a noi, ma non è da li che si parte...tutto questo viene dopo...dopo aver iniziato a pensare prima a noi stessi.
Non è egoismo come ragionamento, non lo è affatto:
Il modo migliore per cambiare il mondo è iniziare a cambiare noi stessi. Per aiutare gli altri...tuitti quelli che hanno bisogno, i poveri è prima di tutto non avere bisogno anche noi...non diventando uno di loro, dobbiamo prima essere autonomi, autosufficienti...solo cosi si può partire alla grande...per poter cambiare il mondo. Pensateci, riflettete...perché alla fine se tutti noi saremmo autosufficienti, capaci di non aver bisogno d'aiuto...alcuno...ecco che il mondo sarebbe già migliore.

 ESCAPE='HTML'

Quindi bisogna migliorare noi stessi e quando noi saremmo migliori, miglioreranno tutti gli altri e il mondo che ci circonda sarà solo una conseguenza, un effetto a catena...come il dominò...effetto dominò.

Quindi il primo passo che possiamo fare in questo senso è diventare più responsabili di non lamentarci più e di non criticare e dare sempre colpe agli altri. Lamentarsi e dare colpe significa deresponsabilizzarsi, fare il Pilato di turno...significa buttare via tutto il nostro potere personale e metterlo in mano a chi sa bene cosa farsene. Ricordiamoci che questa mentalità ci frustra, ci limita e ci rende impotenti.

Dare sempre colpe agli altri, significa dire...non è colpa mia, quindi, se non è responsabilità mia, allora automaticamente io non posso farci niente...Comportarsi cosi, certamente, non è essere responsabili.

Diventare responsabile non significa prenderci colpe che non abbiamo, ma sapere che abbiamo la responsabilità e il potere di cambiare le cose.

Se un fulmine ci distrugge la casa è ovvio che non è colpa nostra, ma è responsabilità nostra trovare il modo di riparare la casa, altrimenti i nostri figli non avranno più un riparo.
Appena accettiamo di essere responsabili del nostro mondo e ci concentriamo su questo...sappiamo subito cosa fare, come comportarci e le possibilità iniziano a farsi vedere.

 ESCAPE='HTML'

Questo Articolo continuerà nei prossimi giorni per il momento...riflettiamo amici, insieme possiamo...!  

Gennaio 4 Domenica 2015

Certo, subito, non è necessario cambiare il mondo intero, anche perché sarebbe impossibile, sarà sufficiente riuscire a cambiarlo in te, negli amici più vicini...per alcune persone. Pian piano
vedrai che cambiare il mondo ti aiuterà a cambiare, in meglio...comincerai a vederlo in te stesso.
Fai al tuo prossimo tutto quello che vorresti che facesse a te...Non è mai accettabile fare del male a qualcuno, o imporre il tuo punto di vista.
Un significato della vita per ogni essere umano dovrebbe essere quello di lasciare qualcosa in più, di bello, che non c'era prima di venire in questo mondo.
Anche se non hai soldi, sei al verde, ci sono molti modi per aiutare a rendere il mondo un posto migliore, tutti possono cambiare il mondo; ci vuole solo un po' di tempo, sforzi e devozione...!
Certamente non si può avere subito successo, occorre provare, ancora provare. 

 ESCAPE='HTML'

Prova e riprova, prova e riparti sempre usando le tue doti migliori, i tuoi talenti per promuovere questa causa.
Per esempio Internet è il posto migliore per trovare informazioni su fondazioni, gruppi, correnti,  associazioni e/o cause da percorrere e supportare. Fatti conoscere, manifesta le tue idee, coinvolgi i tuoi parenti, gli amici...perché più si è meglio sarà...!
Trova modi emozionanti e divertenti per cambiare il mondo. Non c'è solo il volontariato, che è un bel modo per aiutare chi è meno fortunato di noi. Si possono trovare nuovi amici...per esempio...!
Fare un gruppo che si adopera in qualche attività sociale...anche periodica...!

 ESCAPE='HTML'

Dobbiamo essere grati di tutto quello che abbiamo. Cosi, con questo pensiero siamo  portati a riconoscere che non siamo poi cosi impotenti, poveri e sfigati e che qualcosa nella nostra vita e nel nostro mondo va bene. Ci riporta in mente tutte quelle volte che pensavamo di non farcela e.. ce
l'abbiamo fatta! Ci aiuta ad essere più buoni, più grati...più ricchi...! Riconoscenti sia con il mondo che con noi stessi.
Ricordiamoci che la nostra vita...il vivere dentro e fuori di noi è basato sulla comunità, sulle fatiche di altri uomini; che furono e che vivono. Dobbiamo, quindi, anche noi sforzarci al massimo 
per dare nella stessa misura in cui abbiamo ricevuto. 

Questo Articolo continuerà nei prossimi giorni per il momento...riflettiamo amici, insieme possiamo...! 

Gennaio 5 Domenica 2015

Veri esempi, reale...leggete queste pagine e vi accorgerete che le cose possono cambiara >>>

Un'altro esempio con video a cura della PAN

Quest’anno sarà un anno importante e decisivo per il nostro futuro...del nostro pianeta.   A dicembre a Parigi una nuova Conferenza delle parti  è chiamata a riscrivere il Protocollo di Kyoto. I sommi decisori delle sorti del mondo avranno sotto i loro occhi tutti gli elementi per poter scegliere al meglio il nostro destino. Vediamoli.
Probabilmente, sarà anche quello in cui è stato raggiunto il record di concentrazione media annua di 400 parti per milione di CO2 in atmosfera. Per trovare un valore simile bisogna risalire al Pliocene; 3 milioni di anni, prima della comparsa del genere Homo. La temperatura media era più alta di circa 2-3°C e il livello dei mari più alto di 20-25 metri. L’ultimo rapporto divulgato dal pannel di scienziati che studiano i cambiamenti climatici 

 ESCAPE='HTML'