Crea sito
 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Signore nella tua grande misericordia
e nel nome del nostro redentore Gesù,
stendi la tua mano su tutti coloro
che ne hanno bisogno,
cancella le iniquità dai cuori,
spargi con potenza benedizione
sui nostri capi indegni.
Dona a coloro che non hanno
di che mangiare o di che vestire.
Rincuora chi è in solitudine.

 ESCAPE='HTML'

Sfama gli innocenti e guarisci gli ammalati.
Togli qualcosa dalle nostre ricche
tavole imbandite a festa e dona
a coloro che non hanno,
perché noi, avide creature
non sappiamo dare,
perché noi non ricordiamo
chi ha bisogno, teniamo
il focolare acceso e non
ci curiamo dei barboni
che vivono per la strada, buttiamo via la cena e
non pensiamo che qualcuno
ci avrebbe cenato volentieri.

 ESCAPE='HTML'

Padre provvedi per coloro che
non hanno la pace nel cuore.
Il sacrificio del nostro Signore Gesù...
sin dalla nascita e poi sulla croce,
copra le nostre iniquità
ed nella notte fredda
di Natale ci illumini la via,
poiché non dimentichiamo
che per mezzo di Lui
i nostri peccati saranno perdonati.

 ESCAPE='HTML'

Signore Gesù, nel tuo nome chiedo
di aiutare coloro che dedicano
la loro vita a chi ne ha bisogno,
di renderli forti e perseveranti.
I tuoi fratelli signore
non si stanchino mai di seguirti e
di preparare la tua via.


 

 ESCAPE='HTML'
 ESCAPE='HTML'

Leggi l'articolo Un Natale in compagnia...per chi è solo>>>

Il 24 sera si mangiava a casa dei genitori intorno a uno tavolo lunghissimo...insieme a tutti i fratelli e le sorelle di mamma e di mio padre. E poi la tombola mangiando panettone, e dolci preparati in casa. Il momento, tanto atteso, il più bello, per noi più
piccini, la letterina di Babbo Natale Befana per chiedere scusa delle marachelle, promettere di essere buono e alla fine, il nocciolo, chiedere di esaudire i desideri. 

Immaginatevi che cosa significa Natale in famiglia per uno che si ritrova con tre famiglie allargata...moltiplicate per i rispettivi parenti vecchi e quelli acquisiti, conseguenza del proliferare di matrimoni. Non dimentichiamoci che emerge anche il rammarico dei figli, non colpevoli, ma vittime di eterne diaspore familiari. Insomma oggi un bimbo nella sua letterina dovrebbe scrivere...: <<<...Caro Babbo Natale portami una famiglia come tutte le altre...!>>>