Crea sito

Eccola qui sotto in questa foto presa dal satellite...si nota subito...quell'area verde volutamente non arata...ammirate sulla destra, che corrisponde alla parte alta della campagna, il fitto boscheto di querce.

 

 ESCAPE='HTML'

E' situata a circa 10 Km da casa mia...Catanzaro, e altri pochi Km dal mare...nel comune di Caraffa.

 La località dove è ubicata si chiama Pellarano.

Dista un Km dal vicino Centro Commerciale Il Corace e quindi dal centro abitato che si chiama Campo.

 ESCAPE='HTML'

La sua estensione e circa Due ettari, ricca di alberi da frutta...

... di arancio, fico, pero, melo, noce, susino, melo cotogno, ciliegio, amareno...gelso...e molti alberi di ulivo circa 140...sempre generosi con il loro meraviglioso frutto che mi danno un olio di grande qualità...!

 ESCAPE='HTML'

La sua superfice è varia...tra pianura, delle dolci pendenze e su una grande collina dove si trova un boscheto di querce.

 ESCAPE='HTML'

E' interamente recintata e la sua principale ricchezza è L'acqua.

Infatti ci sono, sopra, nelle viscicere della collina, diverse sorgenti che ho curato per la raccolta delle acque...fatta decantare su piccole vasche..e immessa in una grande...Gibbia...e da qui intubata e fatta scendere fino ad alimentare la casetta che si trova a valle...all'ingresso.

 ESCAPE='HTML'

Vicino la grande vasca si trova un barco di alberi di arancio, limone e mandarini.

Sopra questa vasca si trovano diversi sorgenti d'acqua...che hanno qualcosa di speciale...sono popolati da numerosi Granchi di montagna...Si, proprio cosi  granchi, simili a quelli che si trovano al mare..., con tanto di zampotte e chele,..una vera rarità che curo e proteggo con tenacia...!

 ESCAPE='HTML'

Ecco, sopra, un originale granchio di montagna...!

 

 ESCAPE='HTML'

Uno scorcio dell'aranceto (Foto sopra) con ottime arancie...dolci e quelle sanguigne, con polpa rossa, ricca di succo. Particolarmente adatta per le spremute...

 ESCAPE='HTML'

In questa foto siamo nella parte bassa, pianeggiante con grandi e bellissimi alberi di olivo...le carolee...!

 ESCAPE='HTML'

Unj bellissimo esemplare di susino con una meravigliosa forma ad ombrello...sempre generoso di regalare dei grossi e squisite prugne scure e tanta ombra...!

 ESCAPE='HTML'

Come si vede dall'alto, l'intera campagna,...a sinistra la strada comunale che la costeggia. Propri  al centro l'ngresso con il cancello...dove entrando c'è subito la casetta di circa 50 mq con bagno e cucina e sul davanti un grande patio con un grande tavolo e cucuna antica a legna.

 ESCAPE='HTML'

Qui siamo sempre giù in una zona dove ci sono alberi di loto, arancio, pere e mele...e gli immancabili alberi di ulivo.

 ESCAPE='HTML'

La foto sopra...Il mio orto...Pomodori. zucche...e fiori di zucche...!

 

 ESCAPE='HTML'

Un'altro scorcio con evidente vista della vite che mi da una buonissima uva bianca...!

 

 ESCAPE='HTML'

Il ponticello di legno che poggia sulle sponde del piccolo ruscello ...dando più vita e bellezza a tutta la natura...!

Dopo l'ulivo è l'albero più numeroso è quello che ha più varietà.
La pianta dei fichi ha origini molto antiche che la fanno collocare in medio oriente; la pianta può raggiungere la ragguardevole altezza di otto metri e si divide in due tipi principali: quella che produce i fichi fioroni che giungono a maturazione all'inizio della primavera o, al massimo, alla fine dell'estate e l'altra che produce i cosiddetti fichi normali che giungono invece a maturazione alla fine dell'estate.
Le varietà di fichi sono moltissime, oltre 150 e si distinguono, oltre che per le dimensioni anche per i colori che possono essere verdi, marroni, viola e neri. Le varietà più apprezzate e commercializzate sono quelle verdi e nere.Testo

 ESCAPE='HTML'

Curiosità Fichi
Secondo la medicina popolare il lattice contenuto nelle foglie dei fichi è un ottimo rimedio per la cura e l'eliminazione delle verruche.
Nella Bibbia viene riportato che Adamo ed Eva, per coprire le proprie nudità a causa della vergogna che il peccato determinò, staccarono alcune foglie dall'Albero della Conoscenza del Bene e del Male; l'albero è quello del fico.
Si narra che a Platone, essendo un grande estimatore dei fichi, venne dato il nome di "mangiatore di fichi"; inoltre egli sosteneva che cibarsi di fichi contribuiva ad accrescere l'intelligenza.
Anche Plinio si era dimostrato sensibile alle virtù dei fichi ed infatti era solito affermare che mangiare fichi aumentava la forza dei giovani e manteneva la salute degli anziani.
La fibra vegetale contenuta nei fichi prende il nome di lignina; essa è molto utile per combattere i disturbi intestinali.
In passato, il lattice presente nelle foglie di fico veniva utilizzato per cagliare il latte e per la  produzione di diversi formaggi.
Da sottolineare che il fico non è un vero e proprio frutto ma un ricettacolo della pianta contenente al suo interno dei granellini che rappresentano i veri frutti.

Il fico è un frutto particolarmente delicato e bisogna quindi fare attenzione quando, non volendolo consumare subito, si intende conservarlo; nel frigorifero i fichi possono essere conservati per un massimo di tre giorni ma è bene riporli in qualche contenitore chiuso onde evitare l'assorbimento di odori provenienti da altri cibi presenti nel frigorifero.
La discreta presenza di vitamina A, in abbinamento al potassio, al ferro ed al calcio risulta avere proprietà benefiche e rinforzanti nei confronti di ossa e denti; anche la vista e la pelle sono in grado di trarre benefici dalle sopracitate sostanze. Un' altra proprietà nota dei fichi è quella lassativa dovuta principalmente alla presenza nei fichi di fibre e mucillagini.
I fichi hanno un alto contenuto di zuccheri facilmente assimilabili e per questo motivo rappresentano una fonte di energia prontamente utilizzabile dal nostro organismo. Naturalmente va consumato con moderazione da quelle persone che hanno problemi di linea. Il decotto di fichi secchi ha un'azione lenitiva nei confronti degli attacchi di tosse. Il fico ha altresì proprietà antinfiammatorie, viene infatti utilizzato come impacco sugli ascessi e sui foruncoli ed ha effetti positivi su infiammazioni dell'apparato urinario e circolatorio.

  • Particolare Ovest
  • Secondo cancello d'ingresso scorrevole
  • Secondo ancello scorrevole
  • Primo cancello e prima struttura
  • Seconda struttura
  • Seconda struttura
  • Seconda struttura
  • Seconda struttura
  • Interni seconda struttura
  • Prima struttura
  • Interni seconda struttura
  • Primo laghetto
  • Particolare campagna
  • Soffitto in legno
  • interni da completare
  • La strda comunale e la recinzione con paletti di cemento e r
  • Serra per colture con telone disponibile